FATTORE DI CRESCITA - CGF (breve introduzione alla teoria)  
FATTORE DI CRESCITA - CGF (breve introduzione alla teoria)

Come è noto le grandi proprietà rigenerative del sangue sono legate a 4 fattori:
- piastine
- cellule staminali
- leucociti
- fattori di crescita

Le piastrine contengono numerose sostanze attive che giocano un ruolo importante nella ricostruzione tissutale, anche attraverso il reclutamento e l'attivazione di cellule mesenchimali quali osteoplasti, fibroplasti e cellule endoteriali.
Le sostanze attive sono localizzate in differenti strutture subcellulari: α granuli, granuli densi, lisosomi e microperossisomi.

Gli α granuli contengono fattori di crescita ad azione chemiotattica e mitogena importanti nella rigenerazione tissutale.
I principali fattori di crescita sono PDGF, TGF-β, VEGF, EGF, IGF e FGF.

I concentrati piastrinici costituiscono una fonte antologia di fattori di crescita, i quali si ottengono prelevando un campione di sangue da un paziente.
Questo fattore di crescita (CGF) ha interessanti applicazioni cliniche, in particolare per la rigenerazione dei tessuti.

Esistono diversi metodi per ottenere concentrati di crescita piastrinici ma il più facile ed economico è quello ottenibile attraverso la centrifugazione del sangue in accordo con i vari protocolli PRP, PRF e CGF.

In particolare il CGF rappresenta un interessante concentrato di fattori di crescita ottenibile tramite centrifugazione senza l'aggiunta di sostanze esogene.

Alla fine del processo di centrifugazione il sangue viene diviso in tre parti di diversa densità ben evidenti nella provetta, quella superiore è costituita sa plasma povero di piastrine, quella intermedia è un composto gelatinoso ricco di fibrina, contenenti concentrati piastrinici e fattori di crescita CGF, quella inferiore è costituita principalmente da eritrociti.

L'efficacia clinica del CGF è stata dimostrata in chirurgia orale e maxillo facciale in particolare per interventi di rialzo di seno mascellare e di aumento del profilo crestale, e può essere utilizzato da solo o in associazione con biomateriali in differenti associazioni cliniche.